Diventare Coach: un lavoro libero che puoi svolgere ovunque
658
post-template-default,single,single-post,postid-658,single-format-standard,bridge-core-2.4,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive
 

Diventare Coach: un lavoro libero che puoi svolgere ovunque

In questo articolo vedremo come diventare Coach significhi avere un lavoro libero che è possibile svolgere quando si vuole e, soprattutto, dove si vuole. Siamo qui per rispondere a tutte le domande che, chi si accinge a diventare Coach, solitamente si pone per offrirvi un ventaglio di informazioni utili affinché siate più consapevoli della vostra scelta.

.

Diventare Coach: viaggiare lavorando

.

Uno degli aspetti più affascinanti che vogliamo affrontare riguarda la professione connessa alla propria passione. Vi portiamo l’esempio dei nomadi digitali che, per definizione, sono dei viaggiatori che lavorano in ogni parte del mondo solo grazie al computer e una connessione internet.

Questo è esattamente ciò a cui va incontro un Coach che, come i nomadi digitali, ama viaggiare. Può lavorare viaggiando, auto gestendosi il proprio tempo e il proprio lavoro in base agli impegni che prende con i propri Clienti. Può essere completamente slegato da ogni luogo e da ogni orario.

Vediamo quali possono essere le categorie di persone che, per essenza e personalità, desiderano svolgere un lavoro libero e profittevole:

  • le mamme con i figli piccoli che vogliono godersi la famiglia;
  • le donne che non vogliono dipendere dal marito;
  • viaggiatori che, mentre lavorano, vogliono spostarsi ed essere itineranti;
  • tutti coloro che vogliono avviare un’attività in proprio.

.

.

Uno dei lavori completamente liberi è il Coach che non ha bisogno neanche di uno studio o di un ufficio.

Fino a qualche decina di anni fa, il Coach veniva identificato come un professionista con uno studio dove poter ricevere. Con il passare degli anni, questa credenza si è affievolita per due ragioni:

  • anche se un Coach vive in un paese sperduto, può lavorare tranquillamente con Clienti provenienti da ogni parte d’Italia e, perché no, anche all’estero;
  • il web permette di fare le lezioni di coaching 1to1 attraverso un computer o un tablet e una connessione internet.

Avere uno studio, invece, implica degli svantaggi ovvero:

  • avere l’impegno economico di mantenere un ufficio (mutuo/affitto e utenze);
  • avere l’impegno fisico di raggiungere ogni giorno il luogo di lavoro;
  • entrare in contatto solo con Clienti di quella città o limitrofi.

.

Diventare Coach e gestire la propria vita

.

Il coaching, a differenza di altre professioni per le quali occorre necessariamente la presenza fisica, non ha alcun problema di luogo e presenza perché il Coach non riceve.

Ed ecco perché il lavoro di Coach è sempre più richiesto e più diffuso sia a livello di voler fare e diventare Coach sia a livello di persone che si rivolgono al Coach.

Ricordiamo sempre che il Coach non è uno psicologo e non è neanche un Counselor. Lavora moltissimo sull’inconscio, sulle convinzioni e sui condizionamenti inconsapevoli.

Puoi iniziare a formarti per diventare Coach proprio qui su RCA. Nello specifico abbiamo quattro percorsi:

Ci aggiorniamo nel prossimo articolo. Potrai trovare tutti i nostri prezioni contenuti nel Blog di RCA Coaching Academy.